Fradusta

GRUPPO PALE di S. MARTINO
Fradusta
2.935 m
Organizzata dal Club Alpino Italiano Organizzata dal CAI
estate 1983
Difficoltà:
Escursionisti E
Escursionisti
Soltanto due sono i ghiacciai delle Pale di San Martino che resistono al tempo: quello di Fradusta e quello del Travignolo. Tuttavia, vivono la stessa sorte di tutti i ghiacciai alpini: il progressivo ritiro.
 

Clicca per ingrandire

La salita al Fradusta, con base di appoggio al rifugio Rosetta (2581 m), è un’ escursione bella e facile e non richiede più di tre ore complessive tra andata e ritorno. Per arrivare alla cima si attraversa inizialmente un deserto roccioso ad un’altezza media di 2.600 metri.

Alcuni direbbero: un po’ monotono e depressivo, altri “le plus beau e le plus triste paysage du monde”.

Clicca per ingrandireArrivati al passo di Fradusta si lasciano i segni rossi e si continua senza segnavia sul bordo esterno della conca glaciale, senza discenderla. In seguito tracce di sentiero ed ometti di pietra guidano a destra verso la cresta che risale la cima.Clicca per ingrandire

Ormai del ghiacciao e del piccolo lago è rimasto molto poco, ma vale la pena arrivare fino in vetta per godere di un panorama a 360° su tutte le Pale di S. Martino e la Val Canali.

 

Percorso tracciato su mappa Google Earth: in arancio primo giorno salita alla Fradusta e ritorno al rifugio Rosetta; in rosso secondo giorno salita alla cima Vezzana; in rosso-giallo discesa per la via Bolver-Lugli; in nero utilizzo impianti.

Mappa della cima:

Travelers' Map is loading...
If you see this after your page is loaded completely, leafletJS files are missing.

Libro degli ospiti

Se ti è piaciuto il mio sito mi farebbe grande piacere che tu firmassi il mio libro degli ospiti cliccando qui
.

Ti consiglio di visitare anche le seguenti pagine: