Athos
 
MENDOLA-ROEN-MONTI DI VIGO
Monte Favogna
1.090 m
Escursione organizzata privatamente

Organizzata privatamente
autunno 2007

Difficoltà:
Escursionisti  Esperti Attrezzato EEA
Escurs. Esperti Attrezzato

 

Clicca per ingrandire

Il sentiero attrezzato del monte Favogna (Klettersteig) fa parte delle cosidette "ferrate d'inverno" ed è un itinerario veramente bello per la sua panoramicità. La forte esposizione solare ne sconsiglia l'ascensione nella stagione estiva e fa si che sia generalmente sgombero di neve anche nei mesi invernali salvo immediatamente dopo copiose nevicate. Rappresenta quindi una proposta valida per la sua accessibilità autunnale, invernale e primaverile.Clicca per ingrandire

Contrariamente alle vie normali o ferrate che portano in cima per la via più semplice o attraverso versanti più impegnativi, il sentiero attrezzato "Favogna" accompagna l'escursionista tra le calcaree pareti che sostengono il prativo altipiano di Favogna, strapiombante sopra la Piana Rotaliana.

Clicca per ingrandire

Sulla Strada del Vino (ad una altitudine di metri 220 circa) , tra i paesi di Roverè della Luna e Magrè, al confine tra le province di Trento e Bolzano,Clicca per ingrandire prende a salire un ripido sentiero tagliato nel bosco per arrivare in breve ai primi balzi rocciosi dove inizia il cavo di autoassicurazione.Clicca per ingrandire L'itinerario prosegue alternando cenge e balze attrezzate con funi e scalette abbastanza esposte a ripidi tratti di sentiero ombreggiato fino all'ultimo e più Clicca per ingrandirespettacolare salto roccioso dove si trova il libro della ferrata.

Lungo tutta la salita si domina la sottostante valle dell'Adige con i suoi frutteti e vigneti.

Clicca per ingrandireSuperato quest'ultimo panoramico e più impegnativo passaggio si entra nel bosco di Putzwald, stupendamente colorato dalla stagione autunnale e, con attenzione alla segnaletica, si arriva ai primi masi di Favogna con la chiesetta, il lago ed i pascoli. Questo piccolo, delizioso altipiano ha conservato, fino ai nostri giorni, il fascino discreto dei luoghi poco conosciuti e battuti dal turismo di massa.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Da Favogna, in direzione sud e seguendo la stretta strada asfaltata che poco dopo termina, si incontra la segnaletica per Roverè della Luna, dal romantico nome  e dalla privilegiata posizione nella Piana Rotaliana, perennemente al sole, che, per la stretta valle dei Molini e costeggiando il Rio Favogna, porta al paese e quindi al punto di partenza dell'escursione, in circa due ore di tempo. Per la salita sono state necessarie invece tre ore circa.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire(Liberamente tratto da:"Ferrate d'inverno" di Franco Gionco)

 

 

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy