Athos
 
GRUPPO BRENTA
Cima Tosa
3.173 m
Organizzata dal Club Alpino Italiano Organizzata dal CAI
estate 1986
Difficoltà:
Escursionisti Esperti Attrezzato EEA
Escurs. Esperti Attrezzato

Prima salita alla cima Tosa: G. Loss di Primiero con sei compagni, il 20 luglio 1865. (www.valrendena.net)

 

Clicca per ingrandireCima molto conosciuta e frequentata che non presenta particolari difficoltà tecniche di salita, ad eccezione di un camino con passaggi di II grado che richiedono attenzione, soprattutto in discesa.
E' la cima più alta del gruppo del Brenta ed è occupata da una caratteristica calotta di neve.

Dal parcheggio in località Vallesinella (1513 m)  Cima Tosa: la cupola sommitale : clicca per aprire la foto  Cima Tosa: via del Camino : clicca per aprire la foto si supera il rifugio Casinei per portarsi al rifugio Brentei (2182 m). Risalendo la Val di Brenta Alta  e superando la Bocca di Brenta (2552 m) si perviene al rifugio Pedrotti (2491 m, circa 3,30 ore da Vallesinella)Clicca per ingrandire

La via normale di salita, o "via del camino" parte dal Rifugio Pedrotti che serve anche come punto di appoggio per la notte. Dal rifugio si segue un sentiero che si abbassa ad aggirare la Cima Bassa di Brenta per poi proseguire lungo un tratto pianeggiante ed alzarsi quindi entro un ampio vallone. Clicca per ingrandire Cima Tosa: dalla cima : clicca per aprire la foto Canalone tra Tosa e Crozzon : clicca per aprire la foto Nella parte alta del vallone, la traccia raggiunge uno zoccolo roccioso che si supera percorrendo dapprima il caratteristico "camino", che può essere opportunamente attrezzato per maggiore sicurezza, e poi per una stretta cengia si raggiunge una conca detritica. Un altro gradone di facili rocce sbarra l’accesso ad una seconda conca, oltre la quale si esce sull’ampio pianoro con la caratteristica la cupola di neve con cui culmina questo immenso blocco roccioso.

 

Clicca per ingrandire La Bocca di Brenta con cima Tosa a destra : clicca per aprire la foto Chiesetta presso il rifugio Brentei : clicca per aprire la foto Vedretta dei Camosci verso il rifugio XII Apostoli : clicca per aprire la foto

Dalla vetta il panorama a 360° é incantevole e l'escursione alpinistica risulta molto appagante.

 

La discesa può avvenire per la stessa via di salita oppure, ridisceso il "camino", risalendo alla Bocca d’Ambiez (in questo tratto sono presenti alcuni cavi metallici per facilitare la salita), al di là della quale scende ripidamente la vedretta dei Camosci.
Nel tratto superiore il sentiero si biforca; prendendo a sinistra ci si porta verso il rifugio XII Apostoli, a destra si ritorna al rifugio Brentei e quindi a Vallesinella.

Percorso disegnato su mappa Google Earth; andata in rosso e ritorno in rosso-verde-rosso.

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy