Athos
 
PREALPI VENETE
Cima Valdritta 2.218 m

Punta Telegrafo

(Monte Baldo)

     2.199 m

             

Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
autunno 2009
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
   
Il Monte Baldo è il più meridionale dei rilievi prealpini che dominano la pianura padano--veneta. Strutturalmente corrisponde ad una lunga piega, assimilabile ad una grande onda diretta da Ovest a Est, che assume la caratteristica forma "a ginocchio". La grande piega è stata aggredita dall’erosione che ha largamente smantellato la parte sommitale e ha creato caratteristici modellamenti. Ben noti sono i circhi glaciali, che appaiono come coppe interposte tra una cima e l’altra. (www.trekking.it)

Clicca per ingrandire

In auto da Ferrara di Monte Baldo (VR) si raggiungono le località Novezzina e poco oltre Cavallo di Novezza (m. 1430 circa). Seguendo vaghe tracce sul ripido pendio di una pista da sci si raggiunge il rado bosco al cui limitare (fare molta attenzione) si stacca appena percettibile, in salita verso destra, una traccia di sentiero non segnalata (si scoprirà poco dopo che si tratta del n. 66) che si percorre fino ad incrociare il sentiero 652.
Si seguirà il sentiero 66 con indicazioni per cima Valdritta fino a raggiungere la mulattiera sommitale (sentiero n. 651) nei pressi della forcella di Val Fontanella (m. 2105). Clicca per ingrandireSulla mulattiera appena raggiunta si prosegue in direzione nord fino alla forcella Valdritta dove, in corrispondenza di un paletto di legno ed iscrizione sulla roccia, si segue una traccia per roccette che sale in breve sulla cima Valdritta, la più impervia ed alta del massiccio del Monte Baldo, con croce di vetta e, per affilata cresta rocciosa, all'ometto di sassi. (Poco meno di 3 ore da Cavallo di Novezza)Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Nonostante il freddo, la vetta merita una lunga sosta per recuperare le energie, per ammirare la vista del lago di Garda da Riva a Salò, oltre duemila metri sotto di noi, per osservare branchi di camosci sullo scosceso pendio occidentale del Baldo che pascolano tenendosi a debita distanza. La giornata tersa permette allo sguardo di spaziare ad angolo giro; dalle prealpi lombarde (mai visto così nitido il monte Guglielmo ed il Cornone del Blumone, salito il primo ed avvicinato il secondo, dal lago della Vacca, durante il periodo militare), sul gruppo Adamello e Presanella, Brenta, Lagorai e Cima d'Asta, Pasubio e Carega, sull'altopiano dei Lessini e, oltre la pianura, sulla dorsale appenninica. E qualcuno, nelle giornate più favorevoli, afferma di aver visto in lontananza il sole specchiarsi nella laguna veneta verso Est.

Clicca per ingrandire

Anzichè ripercorrere a ritroso il sentiero dell'andata, vista la bellissima giornata, si decide di transitare, sempre sul sentiero 651 in direzione sud, per Punta Telegrafo (circa un'ora di tempo) ed il rifugio omonimo (chiuso). Clicca per ingrandirePoco sotto il rifugio si percorre il sentiero 652 che discende tra rocce e mughi fino ad incrociare nuovamente il n. 66 e la pista di discesa che riaccompagna al parcheggio. (ore 1,30 da Punta Telegrafo)

 

 

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, giallo al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

Cartello segnavia : clicca per aprire la foto Vista sul lago da Cima Valdritta : clicca per aprire la foto Forcella Valdritta : clicca per aprire la foto Percorso di cresta verso nord : clicca per aprire la foto Vista sul lago da Punta Telegrafo : clicca per aprire la foto

Scorciatoia nel bosco : clicca per aprire la foto In vetta : clicca per aprire la foto Nei pressi della vetta : clicca per aprire la foto Al bivio per malga Marcai : clicca per aprire la foto Ancora sulla Via dei Forti : clicca per aprire la foto Sulle tracce della Via dei Forti : clicca per aprire la foto Gruppo alla partenza : clicca per aprire la foto

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy