Athos
 
PREALPI TRENTINE
Mazza di Pichea 1.879 m
Corno di Pichea 2.138 m
Monte Tofino 2.151 m
(Val di Concei-Ledro)  
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
giugno 2019
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
Scarica traccia GPS in formato GPX, GDB e KMZ
L’alta via di cresta del Corno di Pichea e del Tofino fa parte del Sentiero della Pace, ramo occidentale che collega il Passo del Tonale al Lago di Garda. Si tratta di una via che  presenta difficoltà di tipo EE (escursionisti esperti) e si svolge con saliscendi, abbastanza dispendiosi, lungo ampi pascoli ed affilate creste per lo più prative. Tutto il percorso è costellato di testimoniamze  belliche risalenti al primo conflitto mondiale. (veramontagna.it)

Il Monte Tofino, con i suoi 2151 metri s.l.m., è la montagna più alta del gruppo montuoso della Pichea, alpi di Ledro.

Malga TratCon partenza dal parcheggio, poco sotto malga Trat (1430 metri circa), si raggiunge dapprima la malga (1502 m) e successivamente l'ampia sella della Bocca di Trat (1581 m) dove ha inizio, ben segnalato dai cartelli, il sentiero 420 che sale diagonalmente verso nord-ovest. Raggiunto in breve il bivio che permette la salita alla Mazza di Pichea si continua fino ad una breve digressione dal sentiero principale per guadagnarne la sommità con grande croce in ferro.

Croce e gruppo sulla Mazza PicheaE’ una possibilià che non dovrebbe essere tralasciata dall’escursionista con piede fermo; il tratto, seppur breve, a causa della marcata esposizione è attrezzato con fune metallica fissa. Il panorama si apre verso nord sulla grande mole prativa del Corno di Pichea, nostro prossimo obiettivo, e sulla sottostante Bocca di Trat con il vicino rifugio Pernici.

Ripercorso il tratto attrezzato in discesa, si segue una traccia di sentiero che sale in cresta affrontando alcuni tratti più impervi e qualche passaggio impegnativo che porta in cima ad uno dei caratteristici corni che risaltano dalla cresta stessa. (quota 1941 m).

Panorama dalla cima di uno dei corni di cresta.

Gruppo dei corni

Cima Corno PicheaSi ridiscende quindi sul sentiero principale (il 420 iniziale) per affrontare la lunga salita al Corno di Pichea. Una breve deviazione dal sentiero porta sull'anticima (2130 m) e da lì, attraverso una breve sella erbosa sulla cima vera e propria con omino di pietra. Siamo ormai in vista della cima del Tofino con il caratteristico intaglio artificiale di vetta. Un’ampia sella divide il Corno di Pichèa da questa sommità. Sella TofinoIl sentiero ora cala con decisione sfruttando le caratteristiche cenge risalenti al primo conflitto mondiale sino a raggiungere la sella (2060 m). Sovrastiamo a sinistra alcune imponenti lastronate calcaree, che saranno ben visibili successivamente dalla cima del Tofino. Alle spalle, sulle pareti rocciose del Corno di Pichea alcune caverne artificiali testimoniano il conflitto mondiale terminato un secolo fa. Il sentiero riprende in ripida salita affrontando alcuni punti più esposti ed inerpicandosi poi attraverso i pascoli sommitali della montagna sino a guadagnarne la cima. Cima Tofino(ore 4 dal parcheggio)

 

 

 

Panorama dalla cima del Tofino sul gruppo del Brenta.

Panorama

Prima di intraprendere la via del ritorno ci portiamo brevemente sull'anticima nord del Tofino per apprezzare l'ampia conca montana che chiude a nord la val di Concei, verso la Gavardina ed il Dos de la Torta.

Panorama dall'anticima del Tofino verso nord-ovest. In primo piano la catena montuosa che chiude la val di Concei dal Cadria al Dos de la Torta. In secondo piano i gruppi Adamello, Presanella e Brenta.

Panorama

Profilo altimetricoVista sul Garda

La discesa ripercorre a grandi linee la via dell'andata senza ritoccare le cime raggiunte nella mattinata. Si transita sotto la mole della Mazza di Pichea ritornando alla Bocca di Trat per sentiero alternativo, abbastanza ripido, ed al rifugio Pernici per una breve sosta ristoratrice. Al parcheggio, saranno trascorse due ore dalla partenza dalla cima del Tofino, senza contare la sosta al rifugio.

 

(Tutte le foto non firmate sono attribuibili ad Alberto Zerbini)

 

 

 

 

 

 

 

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si òvisualizzare la foto.

Mappa Google

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
cima successiva
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy