Athos
 
Clicca per ingrandire
PREALPI TRENTINE
Cima Palon al Bondone 2.091 m
   
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
autunno 2006
Difficoltà:
Escursionisti Esperti Attrezzato EEA
Escurs. Esperti Attrezzato
   
 
Il sentiero attrezzato Pero Degasperi percorre la ripida ed esposta parete orientale del Palon al Bondone, ancora incontaminata ed aspra, altrimenti devastata nel versante opposto dagli impianti di risalita e piste per lo sci invernale, solo in parte stupende praterie. Questo contrasto rappresenta forse l'aspetto originale e pregevole dell'escursione.

 

Clicca per ingrandireSi parcheggia nei pressi dell'hotel Baita Montesel, a quota 1450 metri circa, nell'abitato di Monte Bondone. Sul sentiero 690, in leggera salita, si raggiunge una forcella (1729 m) oltre la quale si trova il cartello segnaletico della ferrata.Clicca per ingrandire

Se il tratto attrezzato viene consideraro abbastanza difficile, circa 400 metri di ferrata ed ore 1,30 di salita costante ed impegnativa, non meno interessante ed impegantivo, per l'attenzione che richiede ed il tempo necessario a percorrerlo (circa due ore), può essere considerato il sentiero di avvicinamento che, con scarsi dislivelli ma spesso assai stretto ed esposto, taglia a mezza costa il ripido fianco est del Montesel.

Clicca per ingrandire

I punti caratteristici di questa ferrata sono essenzialmente due: il tratto iniziale, assai ripido ed esposto ma ricco di appigli, dove il cavo d'accaio guida in sicurezza, attraverso una stretta costola rocciosa che si percorre quasi a carponi, Clicca per ingrandirefino alla marcata sella compresa tra la parete del Palon ed un caratteristico sperone roccioso, quasi a contrafforte della parete stessa, ed un diedro di una ventina di metri dove la verticale è racchiusa da un piccolo tetto che si supera, con non poche difficoltà ed in marcata esposizione, quasi esclusivamente ricorrendo all'ausilio del cavo.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Il sentiero attrezzato termina a quota 2.000 m su una cresta poco sotto la cima del Palon, che si raggiunge in breve seguendo un comodo sentiero tra i mughi. La cima offre purtroppo, senza alcuna sorpresa, uno spettacolo poco esaltante per l'escursionista; la presenza di una grande torre in cemento armato e di alcuni tralicci in ferro, costellati di antenne di diverso tipo, nonchè quella di un locale pubblico, al momento chiuso, per il conforto invernale di sciatori e non. Clicca per ingrandire

Dalla cima, evitando l'utilizzo degli impianti di risalita, si scende in direzione nord verso il punto di partenza attraversando liberamente campi di mughi e verdi praterie in poco più di un'ora.

 

Percorso tracciato su mappa Google Earth: in rosso avvicinamento al sentiero attrezzato; in giallo via Pero Degasperi; in verde ritorno al parcheggio.

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy