Athos
 
ISOLE EOLIE
Pizzo o Sopra la Porta 918 m
(Stromboli)  
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
estate 2007
Difficoltà:

Turistica E
Escursionisti

E' l'unico vulcano europeo con attività esplosiva permanente. Il suo comportamento è così emblematico da aver dato il nome internazionale di "attività stromboliana" a tutte le manifestazioni vulcaniche analoghe. L'isola si presenta come una piramide vulcanica nero-bronzea che si eleva da fondali di 2.000 metri.

Clicca per ingrandireL'escursione è di forte impatto suggestivo, specialmente se fatta nel tardo pomeriggio per arrivare in cima al tramonto ed assistere così all'attività esplosiva intermittente dell'attuale cratere, circa duecento metri più sotto, in direzione nord-ovest.

Caratteristica curiosa del vulcano è il suo particolare microclima. E' impossibile credere che in poco meno di mille metri di dislivello, seppure con la variante della notte, la temperatura si abbassi tanto, aiutata anche dal forte vento in vetta, da rendere indispensabile un tipico abbigliamento montano d'alta quota, nonostante si sia sul finire dell'estate.Clicca per ingrandire

Sono necessarie almeno due ore e mezza per raggiungere la vetta, partendo dalla chiesa di San Vincenzo, sotto l'occhio esperto della nostra guida vulcanologica, il signor Mario Zazzà, di cui ho apprezzato ed invidiato l'abilità nel tenere unito il gruppo di escursionisti, mai riscontrata in oltre vent'anni di organizzatore ed accompagnatore di trekking per colleghi di lavoro.Clicca per ingrandire

Il sentiero sale dapprima tra la tipica macchia meditteranea per poi attraversare estesi canneti e quindi, oltre quota 500 metri, trasformarsi in terreno arido, sabbioso e roccioso che sale faticosamente i costoni del Liscione fino alla cima.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandirePoco prima del Pizzo o Sopra la Porta lo spettacolo è di rara bellezza, quasi lunare. Pochi minuti per sostituire indumenti sudati, coprirsi abbondantemente per ripararsi dal freddo e dal vento di maestrale ed attendere il tramonto del sole. Sul bordo del cratere ed avvolti saltuariamente da grosse nuvole di fumo e gas (naso e bocca protetti da mascherine antipolvere), si assiste alle intermittenti esplosioni dell'attuale bocca vulcanica che scarica lapilli e ceneri nella sottostante Sciara del Fuoco.

Dopo circa un'ora e mezza di permanenza in cima, non poco infreddoliti, malvolentieri abbandoniamo il cratere, al lume delle torce, seguendo il crinale tra il Pizzo e I Vàncori (punto più alto dell'isola, a metri 924) e poi, in ripida discesa, affrontiamo la Rina Grande, su tracce di sentiero ricoperto da uno spesso strato di sabbia vulcanica. Poi nuovamente i canneti ed infine la macchia meditteranea fino alla Chiesa di San Vincenzo.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire"... Al di sopra delle nostre teste si apriva il cratere di un vulcano dal quale si levava, di quarto d'ora in quarto d'ora, con una detonazione violentissima, un'alta colonna di fiamme, mescolata a pietre pomici, cenere e lava...Sotto di noi, e lungo un pendio assai ripido, si stendeva la colata delle sostanze eruttive...La sua base spariva entro una vera serra di alberi verdi, tra i quali distinguevo ulivi, fichi e vigneti...Non era certo un paesaggio da regioni artiche...

"Ma dove siamo? Dove siamo?" seguitavo a ripetere sommessamente.

"Ah, ecco finalmente un abitante di questo paese felice!" eslamai. Era un bimbetto vestito miseramente...

... gli chiese in buon tedesco: "Come si chiama questa montagna, mio piccolo amico?" Il ragazzo non rispose. Poi Clicca per ingrandiretradusse la stessa domanda in inglese e francese ottenendo dal ragazzo sempre l'identico silenzio.

"Proviamo dunque in italiano" ... e chiese in questa lingua:"Come si chiama quest'isola?"

"Stromboli", rispose infine il pastorello mettendosi a correre attraverso gli ulivi...

(da: Viaggio al centro della terra, di Giulio Verne)

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy