Athos
 
SARDEGNA
Punta Menga 40 m
(Sulcis Iglesiente)  
Escursione organizzata privatamente

Organizzata privatamente
luglio 2017

Difficoltà:
Turistica T
Turistica

Il promontorio di Punta Menga è noto localmente come Candiani. Il nome deriva dalla presenza di alcune rovine di una batteria antinave risalente alla seconda guerra mondiale ed intitolata all'ammiraglio Candiani. Il promontorio, che raggiunge un'altezza massima di 40 metri, è ricoperto da una vasta pineta spontanea di pino d’Aleppo, presente in Sardegna solo in questa zona e sull'isola di San Pietro. Al pino d'Aleppo si unisce la quercia spinosa, tipica degli ambienti costieri. (wikipedia.org)

Il percorso, con partenza ed arrivo presso il Porto Pino club (località Porto Pino in comune di Sant'Anna Arresi), è percorribile in poco più di tre ore. Parzialmente all’ombra si può percorrere anche in estate, preferibilmente di primo mattino o tardo pomeriggio. Permette di approdare alle spiagge intermedie di Porto Pineddu e Sa Bua. Sentiero poco segnalato ma ben tracciato, alternato con tratti di bassa e media scogliera.

Promontorio di Punta Menga

Spiaggia Sa BuaPresso il centro turistico di Porto Pino si prende a destra uno stradone in salita, non asfaltato, che transita a fianco di una zona residenziale. Alla fine dello stradone, in leggera e breve discesa, si percorre un tratto di strada asfaltata per lasciarla quasi subito per un nuovo tratto sterrato che scende verso un nucleo di case, a ridosso della piccola spiaggia di Sa Bua (o dei Francesi). Spiaggia Porto Pineddu

Percorrendo ora una linea di costa molto frastagliata, in direzione sud-est, si perviene presso la spiaggia di Porto Pineddu, più grande della precedente ma sempre molto raccolta. La si attraversa. Si riprende quindi il percorso verso sud-ovest, un pò accidentato, per puntare nuovamente verso est su traccia più tranquilla in direzione della punta e delle batterie antinave della seconda guerra mondiale.

Batterie antinave di punta MengaSempre transitando sulla linea di costa in direzione est si attraversano luoghi molto suggestivi, a picco sul mare. Si cambia direzione, ancora una volta, per ritornare verso il porto e la grande spiaggia di Porto Pino. Percorrendo il pontile privato che attraversa la laguna salmastra si completa il percorso ad anello dopo poco più di tre ore.Costa sud di punta Menga

 

 

 

Itinerario disegnato su mappa Google Earth e percorso in senso antiorario. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

Mappa Google

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
cima successiva
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy