Athos
 

Clicca per ingrandire

 

APPENNINO BOLOGNESE
Monte Mancinello 1.452 m
Serra dei Baichetti
1.518 m
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
inverno 2006-2007
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
   
 
Il crinale appenninico secondario che, partendo dal Monte Spigolino sul crinale principale, segna il confine tra i parchi dell'Alto Appennino modenese e del Corno alle Scale (Bo) ed è denominato genericamente con il toponimo "Monti della Riva", ha la sua massima elevazione nella Serra dei Baichetti. Essa appare quasi all'improvviso, per la folta vegetazione che copre il crinale e per la conformazione stessa della cima vera e propria che ha l'aspetto di un grosso masso di arenaria. I Monti della Riva fanno da spartiacque tra il torrente Ospitale, ad ovest, ed il torrente Dardagna, ad est, sul quale si incontrano alcune cascate che, interrompendo il corso del torrente, esercitano un grande fascino.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandireL'itinerario prende il via dal borgo di Poggiolforato (863 m), nel territorio di Vidiciatico, toponimo legato alla presenza di un'antica opera idraulica destinata a deviare le acque del Dardagna verso il fiume Reno,Clicca per ingrandire e risale il dirupato e strapiombante versante orientale del monte Mancinello, esposto e sdrucciolevole, sino a giungere sul fianco nord orientaleClicca per ingrandire dei Monti della Riva dove è situata la conca lacustre del suggestivo lago di Pratignano (1307 m).

 

 

Clicca per ingrandirePercorrendo il bordo meridionale del lago ci si addentra in una lussureggiante ed estesa prateria posta sulle pendici occidentali del monte Mancinello e, in poco meno di tre ore dalla partenza, si perviene alla Serra dei BaichettiClicca per ingrandire. Da questa prospettiva panoramica è possibile osservare un ampio tratto del crinale appenninico principale ed in particolare dell'ampia testata valliva del torrente Dardagna. Da est, lo sguardo riconosce il Monte Grande, la Nuda ed il Corno alle Scale, il Cupolino e lo Spigolino per abbracciare verso occidente il crinale Croce Arcana e Libro Aperto, mete di precedenti escursioni, per terminare alla possente piramide del Cimone.

Per collocazione temporale l'escursione è classificata "ascensione invernale" (gennaio 2007) ma per la preoccupante ed incredibile mancanza di neve e la temperatura piacevole di questo anomalo inverno si potrebbe tranquillamente catalogare tra le escursioni di fine primavera.

Clicca per ingrandireLasciata la Serra dei Baichetti, il sentiero abbandona il crinale per scendere lungo il ripido e densamente boscato versante che degrada rapidamente nella sottostante vallata del torrente Dardagna.Clicca per ingrandire Prima di raggiungere le cascate, alle quali si accede attraverso gradinate, si guada più volte il tumultuoso torrente che ci accompagna fino al rientro a Poggiolforato, chiudendo così questo magnifico itinerario ad anello (circa 6 ore in totale).

 

(Estratto da: Escursioni nell'appennino bolognese di Renzo Rabacchi)

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy