Athos
 
LAGORAI-CIMA D'ASTA
Cima dei Paradisi 2.206 m
(Valle del Vanoi)  
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
fine inverno 2016
Difficoltà:
Escursionisti EAI
Escursionisti ambiente innev.
Scarica traccia GPS in formato GPX, GDB e KMZ
Cima dei Paradisi rappresenta l'anello di congiunzione tra la lunga catena dei Lagorai a nord-ovest ed il massiccio della Cima d'Asta a sud. La salita invernale alla cima rappresenta una classica della valle del Vanoi e si svolge su percorso sicuro e panoramico, soprattutto nella sua seconda parte. Il percorso risulta molto frequantato da sci-alpinisti ed escursionisti con ciaspole.

Radura presso malga Fossernica

L'escursione prende il via dal parcheggio nei pressi del rifugio Refavaie (1116 m), alla fine della strada provinciale che risale la valle del Vanoi. Si imbocca il sentiero 335 alle spalle del rifugio e lo si percorre brevemente, tagliando una prima volta la forestale (bianco-verde sulla mappa) che disegna un ampio tornante, attraverso le poche abitazioni che costituiscono la località Refavaie. Oltre la costruzione adibita ad acquedotto, a sinistra si stacca bruscamente (attenzione al cartello poco visibile) la traccia di sentiero (in azzurro sulla mappa) che risale in maniera piuttosto ripida il fitto bosco. Ci è di grande aiuto la traccia nella neve lasciata da escursionisti transitati prima di noi; senza di essa sarebbe stato veramente difficoltoso orientarsi nel bosco a causa della scarsa segnaletica (pochi e sbiaditi segmenti rossi dipinti sugl'alberi). Malga Fossernica di dentro

Dopo aver intersecato nuovamente la forestale, la traccia continua con minor pendenza nel bosco che lascia intravedere, di tanto in tanto, scorci sulla catena dei Lagorai ed in particolare sulla mole piramidale del Cauriol. I segni tradizionali dipinti sugl'alberi diventano più numerosi (segmento azzurro con bollo rosso) anche se ancora sbiaditi.

MappaKompass

 

Intorno quota 1600 metri circa il sentiero sfocia in un'ampia radura, perfettamente innevata, al culmine della quale si trova malga Fossernica di dentro (1777 m), solida e ristrutturata costruzione alpestre quasi sommersa nella neve (ore 2 dal parcheggio).

Verso la cima

 

 

 

 

In cima

 

Oltre la malga si sale diretti sull'ampia dorsale boscosa superando pendii sempre più aperti fino a raggiungere una zona pressochè pianeggiante, libera da vegetazione, che conduce in vista della vasta e tondeggiante cima, con libro di vetta e piccola croce metallica (ore 1,50 dalla malga).

(Tutte le foto non firmate sono attribuibili ad Alberto Zerbini )

 

Panorama verso sud-ovest dalla cima Paradisi. Da sinistra, massiccio di Cima d'Asta e Lagorai meridionali con la piramide del Cauriol.

Panorama veros Cima d'Asta e Lagorai meridionali

In cima ci concediamo una lunga sosta per apprezzare lo spettacolo di un panorama vastissimo.

Panorama verso sud-ovest dalla cima Paradisi. Catena dei Lagorai con andamento sud-ovest nord-est.

Panorama dalla cima verso Lagorai

Il ritorno ricalca praticamente lo stesso tracciato di salita (in giallo sulla mappa) fino all'ultimo incrocio con la forestale, ormai in prossimità di località Refavaie, per seguirla con un giro più ampio fino al parcheggio (ore 2,20 dalla cima).

Profilo altimetrico

Ritorno

 

 

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

 

Mappa Google

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy