Athos
 
APPENNINO BOLOGNESE
Montovolo 912 m
Monte Vigese
1.091 m
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
inverno 2006
Difficoltà:
Escursionisti Esperti T
Turistica
   

 

Montovolo (m 912) ed il vicino e più alto monte Vigese (m 1091) costituiscono uno dei più suggestivi panorami dell’appennino emiliano ai confini con la Toscana. Questa "Alpe gemina" è isolata dai restanti monti della catena appenninica ed è quindi facilmente individuabile. Dalle cime dei due monti si riesce a scrutare l’orizzonte tutto intorno, senza trovare ostacoli, mentre sulle pendici vi sono antichi borghi con strutture medievali ben conservate.

Clicca per ingrandireTante case aggrappate alla montagna. Quasi a morderla. E' l'aurora. Il sole presto sorge dietro a Monte Ovolo. Ecco... un canto d'usignolo si spande felice in ... un borgo di silenzio.

Clicca per ingrandireLa cima di Montovolo è raggiungibile facilmente, anche in auto, mentre quella del Vigese richiede maggior impegno, specialmente in presenza di neve. Per la salita a piedi a Montovolo, iniziando l'escursione poco oltre l'abitato di Riola e la Rocchetta Mattei, è stata molto utile la dettagliata relazione di Anna B. di Faenza. (http://www.faenza.uoei.it/passeggiando/montovolo)

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Sulla sua cima, dalla caratteristica forma a "schiena di cammello", da cui prende anche il nome (Montovolo, infatti, sta per "Monte Ovale") troviamo il Santuario della Beata Vergine della Consolazione, risalente al XIII secolo ma certamente ricostruito su una chiesa preesistente, anteriore all'anno mille, di cui resta l'abside (ora cripta) che, con il vicino Oratorio di Santa Caterina, costituisce un magnifico esempio di romanico montano. La presenza dei due templi giustifica la definizione di montagna sacra ma è solo in epoca cristiana che si arriva a definirlo Sinai bolognese. Oltre l'Oratorio si raggiunge la cima vera e propria chiamata localmente Balzo di S. Caterina (di Alessandria) , uno strapiombo profondo alcune centinaia di metri che da sempre ha suscitato storie e leggende.

...Queste ed altre storie ancora potranno raccontarvi questi antichi muri o ... se vorranno ... solo silenzio.

(tratto da Pro-Loco di Riola)

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy