Athos
 
PREALPI TRENTINE
Monte Cornetto 2.180 m
(Stivo-Bondone)  
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
inverno 2013
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
Il gruppo del Bondone è delimitato a nord dalla forra del torrente Vela, ad ovest dalla Valle dei Laghi e dal Basso Sarca, ad est dalla Valle dell'Adige. Verso meridione il gruppo dà origine ad una dorsale senza soluzione di continuità, detta del Bondone-Stivo, che porta alla cima dello Stivo. (wikipedia)

Clicca per ingrandireIl gruppo del Monte Bondone, vicinissimo alla città di Trento, offre una moltitudine di situazioni ambientali davvero invidiabile. Oltre alle piste da sci alpino c'è la fantastica piana del Viote col suo centro per lo sci nordico e, lì vicino, le Tre Cime: Cima Verde, Doss D'Abramo e Cornetto, dove gli escursionisti possono impegnarsi in una grande varietà di percorsi. Queste tre cime, tutte ampiamente al di sopra dei duemila metri, offrono un ambiente prettamente alpinistico ad appena mezz'ora d'auto dalla città. Esse sono collegate da un'aerea cresta, cosicché è possibile fare la traversata completa piuttosto agevolmente, realizzando un percorso ad anello molto interessante. (girovagandointrentino)Clicca per ingrandire

La salita invernale al Cornetto lungo la dorsale nord, o Costa dei Cavai, è generalmente considerata sicura, salvo un costone molto ripido (da quota 2000 circa) che, con neve ghiacciata, richiede attenzione.

Clicca per ingrandireSi parte dal Centro fondo Viote, nella conca omonima a quota 1565 metri, procedendo liberamente in direzione sud verso l'inconfondibile mole del monte Cornetto. Paletti verticali con i caratteristici segni bianco-rossi spuntano dallo spesso manto nevoso ad indicare la via per il Cornetto, se mai ce ne fosse bisogno, lungo il sentiero 607 che segue l'evidente Costa dei Cavai, dapprima in spazi aperti e poi dentro una rada vegetazione che sovrasta verso ovest la Bocca di Vaiona.Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandirePoco oltre, la traccia di salita percorre un'aerea cresta tra la Valmana ed il Trafoio. A quota 2000 circa lasciamo le ciaspole per calzare i ramponi poichè ci aspetta il tratto più impegnativo, ripido ed esposto di tutta l'escursione. Aggirando il cono terminale roccioso verso ovest, si raggiunge da sud la croce di vetta in due ore e mezza circa dalla partenza. Il panorama a 360° è veramante fantastico.

Clicca per ingrandireClicca per ingrandireIl ritorno avviene per la stessa via di salita. Dopo il recupero delle ciaspole parcheggiate nella salita, si procede in discesa sul tracciato 607 per abbandonarlo allorchè appare visibile la Bocca di Vaiona (1778 m). Si procede quindi in quella direzione per svoltare poi a destra sulla Val d'Eva che ci riporterà tranquillamente al Centro fondo Viote in due ore circa.

 

 

 

 

 

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

Dosso d`Abramo : clicca per aprire la foto Verso quota 2000 : clicca per aprire la foto Luci ed ombre : clicca per aprire la foto Panorama verso il Viote : clicca per aprire la foto Versante sud : clicca per aprire la foto Piccolo crepaccio : clicca per aprire la foto

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
cima successiva
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy