Athos

C'era una volta, ma ormai non c'è più, la consuetudine d'insegnare ai bambini delle elementari una filastrocca per memorizzare i nomi dei settori, o zone, in cui le Alpi erano state suddivise per motivi di classificazione e studio. Recitava così: “MACOnGRAnPENaLERECAGIU” dove le prime sillabe di ogni settore alpino (con l'eccezione dei quello carnico) MArittime, COzie, GRAie, PENnine, LEpontine, REtiche, CArniche e GIUlie) erano tenute insieme, da occidente ad oriente, da due consonanti ed una sola vocale. L'inizio dell’arco alpino era associato al Colle di Cadibona, ad ovest, nei pressi di Savona e la sua fine al golfo di Quarnaro, ad est, di fronte alla città di Fiume.

Oggi potremmo dire, con un’interpretazione più liberale e fantastica, ma non priva di rigore scientifico, che le Alpi hanno origine dal mar Ligure, dal quale balzano fuori improvvisamente e si ergono a grandi altezze in poco spazio (la punta Argentera, che dista poco più di quaranta chilometri dal mar Ligure, si erge fino ai 3.200 metri sul livello del mare) per poi rituffarsi, dopo un percorso di un migliaio di chilometri, nel mare Adriatico scomparendo in frammenti di isole (Dalmate).

 

 

 

Tralasciando la recente classificazione orografica delle Alpi come sistema montuoso europeo (SOIUSA), complessa e particolareggiata, dove per la prima volta si è ottenuto un'armonica fusione dei raggruppamenti alpini italiani con quelli francesi, svizzeri, austriaci e sloveni, accettiamo una suddivisione dell’arco alpino in tre settori fondamentali: uno occidentale, dal mar Ligure alla punta più settentrionale del Piemonte, (le classiche alpi Marittime, Cozie, Graie e Pennine); uno centrale fino all’estremo nord dell’Alto Adige, identificabile con la Vetta d’Italia (le classiche alpi Lepontine, Retiche e la successiva estensione di queste ultime in alpi Noriche, abolita nella SOIUSA; ed uno orientale fino al golfo di Quarnaro (le classiche alpi Carniche e Giulie).
Nella stesura di questo sito ho mantenuto l’impostazione “scolastica” della tradizionale tripartizione alpina.

Se avete difficoltà a visualizzare il menù con le cime, potete trovare una versione più leggibile con l'elenco completo delle cime presenti su questo sito cliccando qui.

 

Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy