Athos
 
LAGORAI CENTRALE
Monte Croce 2.490 m
Monte Baitol    2.316 m
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
autunno 2009
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti

Sulle vette dei Lagorai gli eserciti austriaco ed italiano si sfidarono per quasi due anni, tra le avversità e le insidie del tempo durante i due rigidissimi inverni del 1916 e 1917.

 

Clicca per ingrandireItinerario unico da Frotten, località in comune di Palù di Fersina in fondo alla Valle dei Mocheni, fino al Passo Cagnon di sopra e successivamente ad anello che risale il Monte Croce dal versante sud-est del Monte Baitol, per rientrare al passo suddetto attraverso la dorsale del Baitol.

Da  Frotten (1540 m), si lascia l'auto nel parcheggio a fianco della stradina asfaltata che continua ma con divieto di accesso e ci si incammina, oltrepassando l'agriturismo Scalzerhof, sul percorso denominato "Giro dei Baiti" che si snoda su strade forestali e sentieri di facile percorribilità, immersi in prati e boschi ove la presenza umana è testimoniata dalle numerose baite con i caratteristici tetti a scandole (da: La Valle Incantata - consorzio delle pro loco Valle dei Mocheni).Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandireIl "Giro" incontra il sentiero 314, che sale verso i Prati Plezn e guadagna il costone che porta al Passo Cagnon di sopra (2124 m). Dal passo si gode di una magnifica vista sulla piana sottostante di Campiò e sulla dorsale che porta al Monte Croce. Dalla forcella si cala per pochi metri intercettando le tracce del 461, il sentiero in costa che porta alla valletta di Busa Alta e poi traversa tutto il fianco sud-est del Baitol fino ad incrociare, a quota 2069, il sentiero 407 che sale da Malga Cagnon di sopra e raggiunge con ripidi e faticosi zig zag il Passo Scalet (2212 m). Dal passo si procede facilmente per la bellissima e ampia dorsale seguendo le vaghe tracce del sentiero 460, fino all'ultimo strappo che conduce alla vetta: il sentiero corre ora lungo la cresta risalendo la ripida piramide della cima, non molto grande ma pianeggiante, con una grande croce in ferro. (ore 3,30 dal parcheggio)Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandirePer il rientro si ritorna a Passo Scalet e si prosegue in salita, sul sentiero 460A, lungo la dorsale del Monte Baitol fino a raggiungerne la verde cima, con resti di una fortificazione militare della Grande Guerra.

Clicca per ingrandireCi si mantiene ancora sull'ampia dorsale che cala gradualmente fino al Passo di Val Mattio (2310 m), posizionato a nord-est del Monte Ruioch. Si prende ora il sentiero 340 che costeggia un ripido costone (ancora resti di fortificazione della I° guerra mondiale) e conduce a Passo Cagnon di sopra. Dal passo si rientra quindi a Frotten per lo stesso percorso dell'andata. (circa 3 ore dalla cima del Monte Croce)

(Liberamente tratto da www.girovagandointrentino.it)

 

 

 

 

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

Verso passo Cagnon di sopra : clicca per aprire la foto Ruioch da passo Val Mattio : clicca per aprire la foto Fortificazioni sul Baitol : clicca per aprire la foto Quota 2069 metri : clicca per aprire la foto Piramide finale : clicca per aprire la foto Croce di vetta : clicca per aprire la foto

 

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy