Athos
info Istruzioni per l'utilizzo   
cerca nel sito
 
CIMA D'ASTA-LAGORAI
Cima Grugola 2.397 m
Cima Folga                 2.436 m
Escursione organizzata privatamente
Organizzata privatamente
autunno 2010
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
Cime poco appariscenti, inserite al limite meridionale del Parco Naturale di Paneveggio, rappresentano le massime elevazioni di una catena montuosa secondaria che, con andamento sud-nord, confluisce nella catena dei Lagorai e nel gruppo delle Pale di San Martino. Punto di partenza ed arrivo dell'escursione è il lago di Calaita, in Val Lozen, a quota 1621 m.

Clicca per ingrandireUn centinaio di metri prima del lago parte, sulla sinistra della strada provinciale, il sentiero (347) che risale la Val Pisorno fino all'ampia conca prativa con il piccolo lago omonimo, con bella vista sul gruppo delle Pale di San Martino. Solo a questo punto si trovano le indicazioni per la Cima Grugola.

Clicca per ingrandireIl sentiero sale ripido lungo i verdi pendii orientali della cima fino alla forcella Grugola (2297 m) dove si prende a destra la cresta erbosa che sale alla cima Grugola. Dalla cima appena raggiunta inizia il tratto più emozionante dell'intera escursione poichè si percorre un sentiero di cresta che, in parte erboso ed in parte roccioso, con alcuni saliscendi ed un unico passaggio impegnativo ed esposto, raggiunge cima Folga (ore 3,15 dal lago).

Clicca per ingrandire

Dal sentiero di cresta si può apprezzare la caratteristica fondamentale di questo isolato gruppo montuoso, con verdeggianti conche partive e bosco nel versante orientale, aspri e vertiginosi dirupi in quello occidentale. Clicca per ingrandireCima Folga, nonostante la quota, appare quasi insignificante all'escursionista appena giunto, priva com'è del tradizionale simbolo di fede cristiana, disonor del golgota; offre in realtà un'impressionante panorama a 360 gradi, foschia permettendo, ed è probabilmente eletta dalla fauna locale a luogo di siesta privilegiata, a giudicare dagli escrementi lasciati in loco.

Clicca per ingrandireDalla cima un ripido sentiero erboso, appena accennato, scende alla forcella Folga (2197 m) e dopo un breve balzo al vicino laghetto Giarina, si ritorna a Calaita percorrendo la Val di Grugola e transitando per la malga omonima (ore 2,15 dalla cima).

Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto. Click per vedere la foto Click per vedere la foto Click per vedere la foto Click per vedere la foto Click per vedere la foto Click per vedere la foto

cima precedente
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required
.:: Credits ::.