Athos
 
APPENNINO TOSCO-EMILIANO
La Nuda
1.827 m
Corno alle Scale
1.945 m
Cornaccio- Cupolino
1881-1853 m
Spigolino
1.827 m
Escursione organizzata privatamente
Organizzate privatamente
estate 2004/primavera 2009/ estate 2016
Difficoltà:
Escursionisti Esperti EE
Escursionisti Esperti
Scarica traccia GPS in formato GPX, GDB e KMZ
   

2004 (estate)

La Nuda 1.827 m - Corno alle Scale 1.945 m - Cupolino 1.853 m

Clicca per ingrandireClicca per ingrandire

Anello escursionistico di circa 7 ore con breve tratto "per esperti" (i Balzi dell'Ora, crinale tra La Nuda ed il Corno) con partenza ed arrivo in località Segavecchia (Pianaccio di Lizzano in Belvedere) a m 912 di quota.

Percorso molto interessante dove a ripidi ed ombrosi boschi di faggi subentrano soleggiate e verdissime praterie fiorite o caratterizzate da bassi arbusti di mirtillo.

Clicca per ingrandire
Inconfondibile il profilo delle tre cime. L'erbosa cima de La Nuda,Clicca per ingrandire raggiunta per prima e tanto faticosa nell'avvicinamento quanto riposante alla vista; il Corno, dall'aspetto alpino nella ripida parete est, caratterizzato da stratificazioni arenacee ed infine il Cupolino, vera piramide erbosa che si staglia solitaria dallo spartiacque tosco-emiliano, punto di confine tra le province di Bologna, Modena e Pistoia.

Nei pressi del Cupolino, l'affascinante laghetto Scaffaiolo ed il recente rifugio Duca degli Adruzzi del C.A.I. Bologna (1794 m). Il rientro ripercorre il sentiero di cresta GEA fino al passo dello Strofinatoio, discende il crinale fino al passo del Cancellino e cala nalla valle sottostante fino a Segavecchia.

 

2009 (primavera)

Corno alle Scale 1.945 m - Cupolino 1.853 m

Clicca per ingrandire

Il Corno alle Scale è senza dubbio una delle cime più salite dagli appassionati di montagna e dell'appennino tosco-emiliano in particolare. Dopo averlo risalito nella primavera del 2004 attraverso il canalone settentrionale con ausilio di ramponi e picozza, con ciaspole due anni dopo per la più facile via del Cupolino, ritorno lassù con la buona stagione per il sentiero G. Ruffo che sale sul profilo di cresta tra Punta Sofia e Punta Giorgina attraverso il ripido costone est, con passaggi di I° grado in parte attrezzati. Clicca per ingrandire

Anche stavolta, come per il 2004, partenza ed arrivo sono in località Segavecchia (912 m) con anello escursionistico di circa 6 ore, allargato al monte Cupolino e breve visita al rifugio Duca degli Abruzzi, ancora chiuso al pubblico.

Clicca per ingrandire

In origine l'escursione, una volta raggiunto la cima del Corno, avrebbe dovuto toccare il monte La Nuda attraverso i Balzi dell'Ora, da percorrere in discesa. L'alternativa del Cupolino e del rifugio Duca degli Abruzzi è stata necessaria per la presenza sul crinale di un vento fortissimo e di velocissime formazioni nuvolose che toglievano a tratti la visibilità.

 

A causa di inconveniente iniziale, il GPS ha preso a funzionare dopo alcuni minuti dalla partenza; il profilo risulta iniziare intorno a quota mille m.s.m.  anzichè a 900 metri circa della località Segavecchia, partenza ed arrivo dell'escursione. In rosso il percorso in andata.

 

 

 

Click per vedere la foto Inizio sentiero G. Ruffo : clicca per aprire la foto Il ripido spallone est : clicca per aprire la foto Tratto finale dello spallone est : clicca per aprire la foto Croce di vetta : clicca per aprire la foto Conca del Corno alle Scale : clicca per aprire la foto lago Scaffaiolo : clicca per aprire la foto Passo Strofinatoio : clicca per aprire la foto Passo Cancellino : clicca per aprire la foto Spallone est di salita: clicca per aprire la foto Percorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

 

2016 (luglio)

Corno alle Scale 1.945 m - Monte Cornaccio 1.881 m - Cupolino 1.853 m - Monte Spigolino 1.827 m

Partenza dal rifugio Cavone, presso il laghetto omonimo (1424 m). Salita al valico (1697 m) tra La Nuda ed il Corno alle Scale per sentiero turistico tra boschi di faggi e verdeggianti radure. I Balzi dell'Ora (sentiero per escursionisti esperti con brevi passaggi di I° grado) accompagnano alla grande croce di Punta Sofia (1939 m) e successivamente alla poco distante Punta Giorgina (1945 m, ore due dal parcheggio, con tranquillità).

Salita al Cupolino

Si scende quindi al passo Strofinatoio (1848 m) per salire nuovamente (sentiero di cresta 00) al monte Cornaccio e ridiscendere al passo dei Tre Termini (1780 m), oltre il quale si risale la breve ma erta china del Cupolino (ore una dal Corno).

 

Panorama verso est-sud dal rifugio Duca degli Abruzzi: da sinistra in secondo piano La Nuda. In primo piano le due punte del Corno alle Scale con il Cornaccio sulla destra prima del passo dei Tre Termini.

Panorama da Duca Abruzzi

Panorama verso sud dal rifugio Duca degli Abruzzi: da sinistra il Cupolino con il vicino rifugio.

Panorama verso il Cupolino

Laghetto ScaffaioloBreve sosta al rifugio Duca degli Abruzzi (1794 m) prima di intraprendere l'ultima salita della giornata al monte Spigolino e ritornare nuovamente al laghetto Scaffaiolo (1787 m, ore una tra andata e ritorno, in totale ore 4 da inizio escursone) per godere di una lunga pausa rinfrescante e rigenerante.Pediluvio

Il ritorno, dal laghetto Scaffaiolo al rifugio Cavone, richiede poco meno di un'ora su largo e tranquillo sentiero.

Profilo altimetricoPercorso rilevato con GPS e trasportato su mappa Google Earth: rosso in andata, verde al ritorno. Cliccando sul simbolino della macchina fotografica si può visualizzare la foto.

Mappa Google

cima precedente
Pubblica il tuo commento!
Ottimizzato per una risoluzione 1024x768 .::. Javascript and FlashPlayer 7 required .::. DHTML Menu By Milonic JavaScript
.:: Credits ::. Privacy Policy